Ritmo sostenibile con i Bamboo


Per il Welcome Days Welcome in Europe il 27 ottobre dalle ore 21:45 il Progetto cittadinanza studentesca porta all’interno del Cortile del Rettorato l’ applauditissima band dei Bamboo.

Reduci da un riuscitissimo tuor estivo i Bamboo suonano per la prima volta a Siena.

I 5 musicisti romani riescono a produrre le sonorità del drum and bass usando gli studenti di tutti i giorni: cartelli stradali, tubi, righelli, spazzolini elettrici, cestelli della lavatrice e tutto quello che non  si riesce neanche ad immaginare.

L’idea di formare i Bamboo è di Luca Lobefaro che nel 2008 raduna i musicisti più validi di un suo laboratorio di strumenti extra-musicali per continuare il lavoro di ricerca sonora con una vera e propria band. Lo scopo è quello di creare musica con strumenti “alternativi” del tutto lontani da quelli tradizionali, oggetti comuni della vita di ogni giorno.

La formazione attuale include Luca Lobefaro, Massimo Colagiovanni, Valentina Pratesi, Davide Sollazzi e Claudio Gatta che si delinea nel 2010.

Nel 2011 si classificano primi nel contest “Voci Della Periferia” indetto dal Comune di Roma. Suonano ovunque a Roma (Auditorium Parco Della Musica, Circolo Degli Artisti, Villa Ada – Roma Incontra Il Mondo, Lanificio159…) e in giro per l’Italia sia in locali e piazze che per strada.

Ad aprile del 2013 cominciano le riprese del loro primo lavoro discografico, un DVD girato in una casa nelle campagne romane intitolato “What’s In The Cube?” che raccoglie 7 pezzi del repertorio creato negli anni dai Bamboo. La geometria della casa ispira il titolo, il concetto e il prodotto: l’innata curiosità di scoprire il contenuto di un cubo. Se nel DVD i Bamboo forniscono la risposta, nel packaging l’utente sceglie cosa il cubo deve contenere. Esce per l’etichetta romana Bomba Dischi ed è stato presentato il 14 Novembre 2013 al Circolo degli Artisti a Roma, data alla quale seguirà un tour che toccherà tutta Italia.

Bamboo on Facebook

Welcome days 

Welcome days su Unisilife